Archivio delle News

METRO ITALIA CASH&CARRY, GRANDE ADESIONE ALLO SCIOPERO PER IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE. SINDACATI E LAVORATORI CHIEDONO L’APERTURA DI UN VERO TAVOLO DI TRATTATIVA

19-04-2019

Roma, 19 aprile 2019– Grande adesione allo sciopero dei dipendenti di Metro Italia indetto dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs. Dopo la rottura del tavolo di trattativa e la disdetta del contratto integrativo aziendale le lavoratrici ed i lavoratori del gruppo del Cash&Carry si erano mobilitati con iniziative territoriali: scioperi improvvisi, assemblee, volantinaggi e blocco delle flessibilità.

CONTRATTO LAVORO DOMESTICO, PROSEGUE IL TAVOLO PER IL CONTRATTO

11-04-2019

Roma, 11 aprile 2019 - Prosegue la trattativa tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Federcolf e le associazioni imprenditoriali di settore Fildaldo, Domina per il nuovo contratto nazionale del lavoro domestico scaduto nel 2016. Un confronto proficuo finalizzato alla disamina di ciascun articolo contrattuale proposto.

VIGILANZA PRIVATA E SERVIZI INTEGRATI DI SICUREZZA, RIPRENDE IL NEGOZIATO PER IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE. SUL TAVOLO IL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE E IL CAMBIO DI APPALTO

04-04-2019

Roma, 4 aprile 2019 - E’ ripreso a Firenze il negoziato per il nuovo contratto nazionale di lavoro della vigilanza privata e dei servizi fiduciari scaduto nel 2015 e atteso da oltre 70mila addetti del settore. Il tavolo negoziale tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e le associazioni imprenditoriali di settore Univ, Anivip, Assiv e le imprese cooperative Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Federlavoro e Servizi e Agci Servizi,ha affrontato il tema della classificazione unica del personale del comparto Vigilanza.

MEDIHOSPES: SINDACATI, NESSUNA SOLUZIONE AL TAVOLO SUI LICENZIAMENTI: “PORTEREMO IL CONFRONTO IN SEDE MINISTERIALE”

02-04-2019

Roma, 2 aprile – “Il confronto di oggi con Medihospes relativo alla procedura di licenziamento collettivo di gran parte del personale della cooperativa sociale non ha portato ad alcuna soluzione. Porteremo il confronto in sede ministeriale, data la rilevanza nazionale della procedura e in considerazione della crisi generale di tutto il settore dei servizi di accoglienza che coinvolge circa 40mila operatori”. Queste le parole di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Cisl fisascat in seguito all’incontro con la cooperativa, cominciato il 19 marzo scorso.

Pagine