8 MARZO. SODEXO E FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTUCS FIRMANO UNA INTESA PER IL CONTRASTO E LA PREVENZIONE DELLE MOLESTIE SUI LUOGHI DI LAVORO.

Mercoledì, 7 Marzo, 2018
VANELLI: UNA AZIONE CONCRETA PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI E LA QUALITA'; DELL'OCCUPAZIONE FEMMINILE

ASCOLTA il Comunicato Stampa Fisascat Cisl - Sodexo.

 

Roma, 7 marzo 2018 - Attività di formazione e sensibilizzazione dei contenuti dell'accordo internazionale per la prevenzione delle molestie sessuali sui luoghi di lavoro firmato lo scorso anno da Sodexo e da Uita, il sindacato mondiale dei lavoratori dell'alimentazione, dell'agricoltura e del turismo. E' questo il cuore dell'intesa siglata a Roma tra la direzione aziendale del gruppo leader mondiale del facility management e i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs.

Sodexo in Italia conta circa 11mila collaboratori ed offre un'ampia gamma di servizi on site e di benefits rewards services, dal giardinaggio alla manutenzione tecnica, dalle pulizie all'assistenza degli anziani, dalla ristorazione al facility management, dalla gestione di asili nido fino all'installazione di tac, alle soluzioni per ottimizzare i costi e allo stesso tempo gratificanti per il personale, dai voucher per migliorare la qualità della vita dei beneficiari (Pass Lunch, Pass Gift, Pass Mobility, etc..), fino alla progettazione di programmi personalizzati per l'incentivazione delle vendite e loyalty.
Alla vigilia della giornata internazionale della donna, le parti ribadiscono l'impegno per il rispetto dei diritti fondamentali sui luoghi di lavoro e sulle attività di contrasto alla violenza di genere.
Soddisfazione in casa Fisascat Cisl. Proseguiamo nel percorso intrapreso dal sindacato sulle azioni concrete volte a migliorare attraverso la contrattazione le condizioni e la qualità del lavoro femminile, prevalente nei settori del terziario privato ha dichiarato la coordinatrice nazionale Donne della Fisascat Cisl Elena Maria Vanelli. Le attività di contrasto e di prevenzione alla violenza di genere, insieme alla definizione di norme sulla conciliazione vita lavoro, non solo rappresentano una opportunità per migliorare le condizioni di lavoro femminile ma favoriscono l'instaurarsi di un clima di rispetto reciproco uomo-donna. Ci auguriamo che queste intese accompagnino il necessario cambiamento culturale di cui c'è bisogno nel nostro Paese ha concluso la sindacalista.