CASE DA GIOCO, RIPRENDE IL PERCORSO SINDACALE UNITARIO SLC CGIL, FISASCAT CISL E UILCOM

Venerdì, 15 Dicembre, 2017

Roma, 15 dicembre 2017 - Case da Gioco, riprende unitariamente il percorso sindacale per affrontare le problematiche del settore dei casinò italiani dove complessivamente sono occupati circa 2mila addetti. La linea condivisa è stata decisa dall’attivo unitario dei delegati delle quattro case da gioco italiane di Venezia, Sanremo, Saint Vincent e Campione D’Italia Slc Cgil, Fisascat Cisl e Uilcom Uil. La ripresa del percorso unitario, si legge in una nota congiunta,  parte dalle "politiche per il rilancio del settore attraverso l'interlocuzione con i referenti istituzionali al fine di determinare politiche fiscali di sostegno a garanzia della qualità e della sicurezza del gioco, a tutela della professionalità degli operatori e a garanzia di un gioco legale e presidiato contro la ludopatia; dal  rilancio del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore, finalizzato a rafforzare il sistema delle relazioni industriali e delle norme condivise e a mettere in sicurezza gli attuali livelli occupazionali, di reddito e i modelli organizzativi locali; e dall’istituzione di un Coordinamento nazionale delle Case da gioco composto da 24 componenti la rappresentanza aziendale, più 12 supplenti, che parteciperanno alle riunioni convocate dalle organizzazioni sidnaclai nazionali unitamente alle rispettive segreterie territoriali".

Le segreterie nazionali, "sottolineando l'importanza strategica di questo passaggio confederale, utile a riprendere il percorso partecipativo dei lavoratori sul futuro del settore, colgono positivamente il mandato dell'attivo nazionale dei delegati a richiedere appositi incontri sia con le parti datoriali che con le parti istituzionali".