Consorzio Manital, lavoratori da mesi senza stipendio: 8 luglio il presidio al Mise.

Martedì, 2 Luglio, 2019

Roma, 2 luglio 2019 - Il Consorzio Manital – ManitalIdea e Società consorziate – oramai da mesi non rispetta le scadenze per il pagamento delle retribuzioni dei quasi 10mila lavoratrici e lavoratori impiegati in appalti pubblici e privati per committenze importanti: Ministero della Difesa, MISE, MIUR, INPS, Poste Italiane, Agenzia per le Entrate, Telecom, FCA, Iveco, Alfa Romeo, varie Università e Ospedali, ecc., su tutto il territorio nazionale. Ad oggi molte migliaia di lavoratrici e lavoratori non hanno ricevuto lo stipendio del mese di maggio. Le soluzioni proposte dalla Direzione di Manital e dalle società consorziate nel corso dei mesi trascorsi, a livello territoriale e a livello nazionale, non sono in grado di dare una soluzione positiva e definitiva alle mancate retribuzioni, segno di una crisi complessiva oramai conclamata e strutturale. “Abbiamo chiesto” spiegano le le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti “l’intervento di tutti i soggetti coinvolti nella vertenza, a partire dalle Committenze per dare seguito a quanto previsto dalle leggi e dai contratti, ma ad oggi non ci sono state prese di posizione ed interventi risolutivi.” Per queste ragioni i sindacati hanno convocato una manifestazione con presidio delle lavoratrici e dei lavoratori di tutti gli appalti pubblici e privati di ManitalIdea e delle Società Consorziate per lunedì 8 luglio 2019 davanti alla sede del Ministero dello Sviluppo Economico a partire dalle ore 10:30 Una manifestazione per dire basta e chiedere soluzioni e interventi strutturali.