H&M, LA CATENA DI ABBIGLIAMENTO APRE SU RICOLLOCAZIONI E INCENTIVI ALL'ESODO VOLONTARIO

Venerdì, 14 Luglio, 2017

Roma, 7 luglio 2017 – E’ proseguita a Milano la trattativa tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl UIltucs e la direzione della catena di abbigliamento svedese HM sugli 89 esuberi dichiarati in due punti vendita a Milano e nei negozi di Cremona e Venezia Mestre, prossimi alla chiusura ma che hanno bilanci in attivo, seppure gravati da costi di affitto onerosi. L’azienda si è dichiarata disponibile alla ricollocazione di 56 unità, complessivamente il 60% del personale coinvolto dalla procedura di licenziamento collettivo. L’azienda ha poi formulato la proposta sull’incentivo all’esodo volontario, ora vaglio delle assemblee dei lavoratori, pari a pari a 16 mensilità pesanti; l’indennità di preavviso;  una mensilità in aggiunta per ogni figlio a carico; fino a 8 mensilità aggiuntive correlate agli anni di anzianità. Le parti torneranno al confronto il 19 luglio.