cisalpinatours_res_1664537941725
News
30 settembre 2022 - 11:39

Cisalpina Tours, al via la trattativa sulla definizione del primo Contratto integrativo da applicare ai circa 1.000 dipendenti

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs: «Chiediamo a Cisalpina di sottoscrivere un accordo integrativo aziendale che produca risultati tangibili per i lavoratori e le lavoratrici, sia sotto il profilo economico che normativo»

Roma, 30 settembre 2022 – Svolta nelle relazioni sindacali con Cisalpina Tours S.p.A., travel management company italiana leader nei viaggi d’affari e tra le più importanti realtà del settore per dimensioni, fatturato, copertura territoriale e servizi offerti. Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno avviato con la direzione societaria la trattativa per la definizione del primo Contratto integrativo da applicare ai circa 1.000 dipendenti dell’azienda, presente in Italia con uffici in Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio e Campania.

Sullo sfondo le fortissime trasformazioni, accelerate dalla pandemia, che il settore del business travel ha vissuto negli ultimi anni. Cisalpina Tours è stata protagonista di queste trasformazioni, affermandosi come soggetto dinamico e acquisendo una posizione di primo piano, grazie anche al valore aggiunto costituito dalle relazioni sindacali, con il raggiungimento di importanti accordi sull’organizzazione del lavoro e il riconoscimento del Ccnl Federturismo.

Tra i temi al centro della piattaforma unitaria presentata dalle organizzazioni sindacali rientrano il potenziamento del sistema delle relazioni sindacali, dei diritti di informazione e delle agibilità sindacali, in quest’ultimo caso con particolare riferimento a titolarità, modalità di convocazione, monte ore e riconoscimento fuori dall’orario di lavoro delle assemblee.

I sindacati richiamano l’attenzione dell’azienda sul tema delle pari opportunità attraverso l’adozione di un protocollo sulla tutela di genere. Lo stesso protocollo dovrebbe riguardare, in generale, i casi di molestie e mobbing, facendo il paio con un ulteriore protocollo destinato ai casi di stress da lavoro correlato, sindrome di burnout e sindromi derivanti. Grande attenzione, inoltre, anche al tema dell’attrattività aziendale e della responsabilità sociale d’impresa, con la richiesta di un impegno alla non delocalizzazione.

Sul tema delle nuove assunzioni la piattaforma unitaria fa riferimento a una percentuale minima di donne e uomini e giovani under 35 a cui attingere su base annua, mentre sottolinea l’importanza delle stabilizzazioni di stagisti e tempi determinati, toccando anche il tema dei diritti di precedenza.

Focus poi sulla formazione e sulla conciliazione dei tempi di vita e lavoro, con riferimenti a congedi matrimoniali, congedi per i padri lavoratori e per gravi motivi familiari, congedi di maternità in unica soluzione con percentuale di integrazione aziendale al 100%, permessi per l’inserimento dei figli a scuola, per visite specialistiche e per la cura dei bambini fino ai 12 anni di età, banca delle ore solidale, smart working.

Sul tavolo anche buoni pasto, anticipo del TFR oltre le normative di legge, innalzamento del contributo aziendale alla previdenza integrativa contrattuale Fon.Te., quantità e raggiungibilità del premio di risultato.

«Dopo i buoni risultati raggiunti da Cisalpina Tours negli ultimi e i periodi difficili del ricorso agli ammortizzatori sociali – si legge nella piattaforma unitaria – crediamo sia venuto il momento di una svolta nelle relazioni sindacali». Filcams, Fisascat e Uiltucs chiedono all’azienda «di sottoscrivere un accordo integrativo aziendale che produca risultati tangibili per i lavoratori e le lavoratrici, sia sotto il profilo economico che normativo, e che vada ad integrare e ampliare la contrattazione esistente».

Redazione: