Turismo e Decreto Imprese, in fase di valutazione una nuova una tantum per i lavoratori stagionali

Lunedì, 3 Maggio, 2021

Guarini: «Ben venga un ulteriore intervento economico rivolto alla stagionalità, caratteristica del settore finora non ben attenzionata»

Roma, 3 maggio 2021 – «Ben venga un ulteriore intervento economico rivolto ai lavoratori stagionali del turismo. Crediamo sia importante mettere in campo tutto quello che è possibile per sostenere il turismo e i lavoratori un settore basato sulla stagionalità, caratteristica finora non ben attenzionata». Così il segretario generale Davide Guarini, intervistato in diretta su TGCom24, ha commentato le previsioni del Decreto Imprese, al centro del Consiglio dei Ministri convocato entro venerdì prossimo, con un nuovo pacchetto di aiuti alle imprese e con una nuova una tantum per i lavoratori stagionali del turismo.

«I lavoratori non hanno percepito gli adeguati ristori rispetto la perdita di reddito subita in questi mesi e le misure disposte si sono rivelate insufficienti» ha aggiunto il sindacalista sottolineando quanto sia «importante, dopo 16 mesi di stop, riuscire a riprendere con l’attività turistica operativa e a pieno regime anche rispetto l’occupazione dei lavoratori stagionali perché è il lavoro che fa la differenza». «Diversamente – ha evidenziato il sindacalista - rischiamo oltretutto di perdere le professionalità del settore che potrebbero rivolgersi altrove o cambiare addirittura mestiere».