Assogrocery, la Fisascat Cisl fa chiarezza sullo stato del confronto sulla necessaria armonizzazione contrattuale

Giovedì, 7 Gennaio, 2021

Roma, 7 gennaio 2020 - Durante il mese di dicembre 2020 fra Fisascat Cisl ed Assogrocery si è svolto un confronto finalizzato, preliminarmente, ad individuare le necessarie forme di armonizzazione per meglio permettere il passaggio delle aziende a questa associate dai vari CCNL applicati al solo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Dipendenti da Aziende del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi.

La determinazione di Assogrocery di riconoscersi nel CCNL TDS ci è stata motivata anche per via del reinquadramento delle attività effettivamente esercitate dalle sue aziende associate da parte dell’Inps nel settore del commercio.

In seno a tale confronto, a cui hanno fattivamente preso parte anche le nostre RSA di settore, esaurita la parte connessa alla suddetta armonizzazione ed all’introduzione del Lavoro Agile per i lavoratori dipendenti, l’Associazione datoriale, atteso che siamo l’unica organizzazione sindacale ad avere rappresentanti sindacali ed iscritti presso la più importante azienda appartenente al suo circuito associativo,  ci ha richiesto di estendere il confronto alla regolamentazione delle attività e dei compensi dei collaboratori Shopper (lavoratori autonomi, occasionali e parasubordinati).

Per parte nostra, non avendo iscritti fra i predetti collaboratori, abbiamo richiesto ad Assogrocery di subordinare l’inizio del confronto concernente le condizioni di questi ultimi all’effettuazione di assemblee ed alla presenza di 4 di loro – individuati dai propri colleghi in occasione delle suddette assemblee – al negoziato che li avrebbe riguardati.

La trattativa, che è stata reale e serrata, ha riguardato diverse tematiche, anche di portata innovativa per tali collaboratori, quali la natura del rapporto di collaborazione e divieto di esclusiva, l’introduzione di un compenso una tantum per la partecipazione ai percorsi formativi, il bilanciamento dei tempi di vita e di lavoro, la tutela della malattia e della maternità (e relative indennità), sicurezza ed infortuni sul lavoro, il sistema incentivante per valorizzare la meritocrazia, la modalità di svolgimento dell’attività dello Shopper, il trattamento minimo di garanzia, la struttura dei compensi e delega alla contrattazione aziendale, l’attivazione di forme di welfare integrativo (e in caso di mancata attivazione un buono benzina o spesa sostitutivo), nonché i diritti di informazione, la costituzione di una Commissione Paritetica, l’introduzione di agibilità sindacali e la possibilità di eleggere dei rappresentanti sindacali per tali collaboratori.

Il percorso da noi tracciato ha previsto i seguenti passaggi conclusivi:

  • un’assemblea generale in modalità video call degli Shoppers svolta nella giornata del 4 gennaio scorso e durante la quale abbiamo illustrato i contenuti negoziati;
  • una consultazione per verificare il livello di condivisione degli stessi Shoppers circa i contenuti loro rappresentati (peraltro riassunti anche in un comunicato sindacale diramato subito dopo l’assemblea) da tenere nelle giornate del 5 e del 6 gennaio.

Stante la diffusa presenza degli Shoppers, per coinvolgere il maggior numero possibile di collaboratori alla consultazione menzionata, abbiamo richiesto ad Assogrocery di far inviare dalle aziende sue associate una comunicazione ed il nostro comunicato riassuntivo dei contenuti negoziati a tutti i loro collaboratori autonomi, occasionali e parasubordinati. Nella comunicazione inviatagli, gli Shoppers hanno avuto indicazioni sulle modalità di espressione del loro consenso (per darci mandato bisogna rispondere alla stessa comunicazione, per manifestare il dissenso è sufficiente non rispondere).

A differenza di quanto affermato in alcune comunicazioni riconducibili a soggetti sindacali non aventi iscritti fra i lavoratori dipendenti del settore e, pertanto, evidentemente in possesso di notizie distorte e non di prima mano, non abbiamo sottoscritto alcun accordo, in quanto, essendo una forza sindacale avvezza a rapportarsi con la realtà e coi lavoratori, procederemo alla conta dei mandati pervenutici prima di considerare conclusa la trattativa.

AllegatoDimensione
PDF icon Assogrocery - Stato Trattativa 0701202186.14 KB