Coopersalute, dal 2021 a rimborso il tampone per accertare la positività al Covid-19

Mercoledì, 30 Dicembre, 2020

Guarini: «L’intervento di assistenza sanitaria integrativa si inserisce in un più generale quadro di attenzione verso le misure di prevenzione nei luoghi di lavoro»

Roma, 30 dicembre 2020 – Si amplia l’intervento del Fondo di assistenza sanitaria integrativa dei 60mila dipendenti delle imprese della distribuzione cooperativa Coopersalute per fare fronte all’emergenza pandemica.

Dal 1° gennaio 2021 la garanzia del Piano sanitario integrata col rimborso del tampone per accertare la positività al Covid-19. La nuova garanzia prevede che, in caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Iscritto a Coopersalute avrà diritto a un’indennità di 40,00 € per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissione costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

Per l’attivazione della garanzia è necessario che l’Iscritto trasmetta copia della cartella clinica. Nel caso di isolamento domiciliare, a seguito di positività al virus Covid-19, qualora, secondo le prescrizioni dei sanitari e con attuazione delle disposizioni in esso contenute, si renda necessario un periodo di isolamento, avrà diritto a un’indennità di 30,00 € al giorno per ogni giorno di permanenza presso il proprio domicilio per un periodo non superiore a 10 giorni all’anno.

La diaria giornaliera per isolamento domiciliare verrà corrisposta anche qualora l’Iscritto non abbia preventivamente subito un ricovero. Per l’attivazione della garanzia è necessario che l’Iscritto trasmetta il referto del tampone o altro referto medico sanitario che attesti la positività al virus Covid-19 rilasciato dalle Autorità sanitarie competenti.

Dal 1° gennaio 2021 e fino al 28 febbraio 2021 Coopersalute rimborserà inoltre ad ogni Iscritto un tampone antigenico o un tampone molecolare per un importo massimo di 50,00 €. Per l’attivazione della garanzia è necessario che l’Iscritto trasmetta, oltre che alla ricevuta del tampone, una prescrizione medica, su carta bianca, nella quale si richieda il tampone in quanto l’Iscritto è venuto in contatto con soggetti risultati positivi. Anche per l’anno 2021, Piano sanitario di Coopersalute conferma il rimborso del vaccino antinfluenzale a tutti gli Iscritti al Fondo Sanitario che non rientrano nelle campagne vaccinali gratuite organizzate dalle singole Regioni del Paese.

Per ulteriori informazioni consultare sito www.coopersalute.it . Per il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini «l’intervento di assistenza sanitaria integrativa svolto da Coopersalute, anche con il rimborso delle spese sostenute per effettuare il tampone per accertare la positività al Covid-19, si inserisce in un più generale quadro di attenzione verso le misure di prevenzione nei luoghi di lavoro dove è prioritario non abbassare la guardia».

«Questa particolare esperienza deve far riflettere i detrattori sulla necessità di conferire agli enti bilaterali settoriali maggiori spazi e competenze» ha aggiunto il segretario nazionale della categoria cislina Vincenzo Dell’Orefice sottolineando che «il Piano Sanitario di Coopersalute dimostra che l’ambito di cogestione rappresentato dalla bilateralità di settore possa fare la differenze ed erogare servizi di qualità ad una base associativa esposta, per la peculiare attività lavorativa svolta a stretto contatto con l’utenza, anche al rischio da contagio da Covid-19».