Covid-19. Il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa Coopersalute proroga le prestazioni al 30 aprile 2021

Giovedì, 4 Marzo, 2021

Roma, 4 marzo 2021 - Il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per le lavoratrici e i lavoratori della Distribuzione Cooperativa Coopersalute ha deciso di prorogare 30/04/2021la garanzia Covid-19 con il rimborso del tampone molecolare o antigenico.

«Il welfare integrativo di matrice contrattuale – ha dichiarato il segretario nazionale Fisascat Vincenzo Dell’Orefice - nella fase complessa che l’intero Paese sta affrontando per via dell’emergenza pandemica in atto, sta dando un contributo fattivo alle anche alle lavoratrici ed ai lavoratori della distribuzione cooperativa».

«L’importanza, per chi lavora, di poter disporre di prestazioni integrative a quelle pubbliche – ha sottolineato - è essenziale, soprattutto in un frangente complicato come questo». Per il sindacalista «sarebbe, tuttavia, grave omettere di citare un aspetto che dà concreta ed univoca prova di quale sia la bilateralità seria es effettivamente finalizzata a dare risposte concrete alle persone e quale quella che trae origine da contratti pirata e che è al solo servizio, spesse volte, di chi quegli pseudo contratti sottoscrive».

«Come si noterà – ha chiosato Dell’Orefice - la bilateralità prevista dai contratti nazionali siglati dalle federazioni sindacali facenti capo a Cgil, Cisl e Uil hanno accresciuto, in numero e qualità, e soprattutto per ciò che attiene l’assistenza sanitaria integrativa, la gamma delle prestazioni garantite alle lavoratrici ed ai lavoratori durante questa pandemia».

«Nulla di apprezzabile invece si rileva - ha aggiunto - da parte di quella miriade di gestioni spuntate come funghi negli ultimi anni a corredo di contrattini aventi il solo fine di fare concorrenza sleale a sistemi di regole negoziate, spesso anche a costo di mobilitazioni e scioperi e volte a dare garanzie, tutele e qualità al lavoro».

«La pseudo bilateralità dei contratti pirata – ha concluso - una volta di più e nel momento del bisogno, é sparita dai radar».