Emergenza Covid-19. L’emergenza chiama, Fondo Est risponde. Prestazioni straordinarie prorogate al 30 giugno 2021

Venerdì, 22 Gennaio, 2021

Roma, 22 gennaio 2021 - Prosegue l’intervento del Fondo Est, l’Ente di assistenza sanitaria integrativa del commercio, del turismo, dei servizi e dei settori affini. Il Consiglio Direttivo ha prorogato al 30 giugno 2021 la copertura delle prestazioni di assistenza sanitaria integrativa connesse all’emergenza in atto, anche nel caso di ricorso agli ammortizzatori sociali Covid-19.

Fino al 31 marzo 2021 tutti i contagiati dal virus potranno accedere al pacchetto emergenza Covid-19 che garantisce un'indennità giornaliera di €100,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno oltre ad una diaria da isolamento domiciliare pari a € 30,00 al giorno per 10 giorni all’anno.

Per gli iscritti che sono stati affetti da polmonite interstiziale conseguente a infezione da Covid-19, Fondo Est garantisce inoltre un contributo per le prestazioni sanitarie relative alla riabilitazione respiratoria. Successivamente alla dimissione da ricovero esclusivamente per la pandemia Covid-19, l’Iscritto potrà richiedere un’indennità forfettaria pari ad € 1.000,00; nel caso in cui durante il Ricovero sia stato necessario il ricorso alla Terapia Intensiva dell’Iscritto, è prevista un’indennità forfettaria pari ad € 2.000,00. Fondo Est rimborsa inoltre i tamponi antigenici/molecolari, effettuati dall’1 ottobre 2020 fino al 31 gennaio 2021 esclusivamente presso strutture sanitarie (centri diagnostici, case di cura, centri ospedalieri). Il rimborso sarà pari al 50% di ciascuna fattura con un importo massimo rimborsabile di 50 euro per fattura e con un limite massimo di tre tamponi per ciascun iscritto.

Fondo Est rimborsa le prestazioni mediche, diagnostiche ed infermieristiche effettuate in forma domiciliare al fine di contribuire alle misure di contrasto al nuovo Coronavirus, in materia di spostamenti o contatti ravvicinati.

Allo scopo di disincentivare l’utilizzo del Pronto Soccorso degli ospedali in caso di emergenze sanitarie non gravi, per l’accesso alla fisioterapia per infortunio il Fondo accetterà, come probante il trauma, anche la certificazione di infortunio del medico di base o dello specialista.

Tra le altre misure previsto poi il supporto alle aziende in caso di ritardato pagamento della contribuzione oltre alla proroga della presentazione delle richieste di rimborso delle prestazioni e procedure ad hoc per agevolare l'assistenza medica, diagnostica ed infermieristica in via domiciliare.

Fino al mese di giugno 2021 sarà inoltre consentita la prosecuzione volontaria e individuale della contribuzione anche nei casi in cui il datore di lavoro interrompa il rapporto di lavoro a prescindere dalla fruizione dei trattamenti di disoccupazione. Fondo Est fornisce trattamenti di assistenza sanitaria integrativa ad oltre 1 milione e 800 mila lavoratori, di cui, secondo le stime, il 62% del settore dei servizi, attività commerciali, turismo e sport è percettore degli ammortizzatori sociali Covid.

Per il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini «Fondo Est, realizzando appieno la mission del fondo di natura contrattuale, continua a supportare concretamente lavoratori e aziende colpite, direttamente o indirettamente, dall'emergenza Covid».

«La bilateralità settoriale ancora una volta ha accolto l'appello delle Parti Sociali» ha aggiunto il sindacalista.

«L’emergenza Covid – ha concluso - ci impone di fare tutto il possibile per non lasciare sole le categorie di lavoratori più vulnerabili».

AllegatoDimensione
PDF icon Fondo Est - Pacchetto Emergenza Covid-19197.29 KB