Studi professionali, ampliata l'offerta sanitaria integrativa di Cadiprof: test sierologico e tampone per la diagnosi Covid-19

Venerdì, 19 Giugno, 2020

Blanca: «Screening per le lavoratrici e i lavoratori degli studi professionali è strumento a tutela dei beneficiari dei servizi»

Roma, 19 giugno 2020 – Si amplia il piano sanitario Cadriprof collegato all’emergenza Covid-19. La Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa del settore degli Studi Professionali, in collaborazione con Unisalute, ha arricchito l’offerta riservata alle lavoratrici e i lavoratori del comparto dei servizi, con due nuove coperture per la diagnosi del coronavirus: test sierologico quantitativo per la ricerca di anticorpi anti Sars-Cov-2 e, il caso di positività, un tampone naso faringeo per la ricerca Rna virale post sierologico. Si potrà usufruire della nuova prestazione sia in forma diretta presso le strutture sanitarie convenzionate indicate e abilitate dalla compagnia assicurativa oppure, prenotando in autonomia presso altro centri non convenzionati, si potrà presentare richiesta di rimborso a Cadiprof www2.cadriprof.it .

L’ampliamento del pacchetto Covid-19 segue l’inserimento del servizio di consulenza psicologica – deliberato circa un mese fa – riservato ai lavoratori in seguito al verificarsi di stati di stress, ansia o malattia connessi all’emergenza Covid-19 come in ambito lavorativo nella prevenzione del burnout e dello stress da lavoro correlato e nel sostegno alla genitorialità, dalla fase di fecondazione e nascita del bambino sino alla gestione dei problemi connessi allo sviluppo e all’andamento scolastico dei figli come anche in supporto dei lavoratori in particolari momenti di criticità della vita. In questo caso ciascun iscritto alla Cassa potrà richiedere a Cadiprof, nell’ambito della vigenza del progetto, da 1° maggio 2020 - 30 aprile 2021, un rimborso massimo pari al 50% della prestazione fatturata e comunque per un importo non superiore a 350,00 euro.

Per maggiori dettagli, è possibile consultare il sito www2.cadriprof.it nella sezione pacchetto famiglia. Confermata anche la copertura per Covid-19 per i sinistri dal 1° gennaio al 23 agosto 2020: in caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di €. 40,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni. Qualora, secondo le prescrizioni dei sanitari e con attuazione delle disposizioni in esso contenute, si renda necessario un periodo di isolamento domiciliare, a seguito di positività al virus, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di € 40,00 al giorno per ogni giorno di permanenza presso il proprio domicilio per un periodo non superiore a 14 giorni all’anno.

Per la segretaria nazionale della Fisascat Cisl Aurora Blanca «con l’inserimento tra le prestazioni del test e del tampone si conferma l’assunzione di responsabilità della bilateralità di settore che mette in campo un servizio di screening dell’intera popolazione lavorativa degli studi professionali che si connota anche come strumento a tutela dei beneficiari dei servizi da questi resi ed elemento di garanzia in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro in grado di dissipare le resistenze legate alle paure».

«Riteniamo che tali prestazioni – ha concluso la sindacalista - possano rappresentare una modalità per affievolire le resistenze dei fruitori, in particolar modo nell’ambito medico, e contrastare la rinuncia paventata di cure specialistiche, consolidando l’occupazione nel settore».