News

Coronavirus, Cgil Cisl Uil scrivono al premier Conte: prima della fase 2 garantire la salute e la sicurezza ai lavoratori, non è il momento delle fughe in avanti

16-04-2020

Roma, 16 aprile 2020- Cgil Cisl e Uil hanno sollecitato un incontro urgente al Presidente del Consiglio Conte per un confronto sulla Fase 2, prima della ripresa delle attività produttive, economiche e sociali in Italia. Per le tre confederazioni è “fondamentale che venga mantenuto un forte presidio e una regia nazionale sul tema della sicurezza e della tutela massima della salute per tutti i lavoratori e le lavoratrici con l’obiettivo di arrivare preparati alle scadenze di maggio contenute nel Dpcm del 10 aprile” recita un comunicato unitario.

Commercio librerie e articoli bambini, Guarini: «Priorità è il lavoro in sicurezza e fruibilità esercizi commerciali nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, la riorganizzazione dei punti vendita sia oculata»

16-04-2020

Roma, 16 aprile 2020- «Non bisogna abbassare la guardia, la priorità è il lavoro in sicurezza e anche la fruibilità degli esercizi commerciali che deve comunque essere subordinata alla più rigida osservanza delle norme igienico sanitarie per contrastare la pandemia».

Così il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini commenta le prove generali di ripartenza nel settore del terziario con la riapertura dei battenti delle librerie, delle cartolerie e dei negozi di abbigliamento per bambini dal 14 aprile come previsto dall’ultimo Dpcm Conte.

Commercio Pasqua e Pasquetta, Guarini: «Plauso allo stop deciso dalle Regioni nelle giornate di festività, si tragga riflessione anche per il periodo post emergenziale»

09-04-2020

Roma, 9 aprile 2020 – La Fisascat Cisl plaude all'iniziativa intrapresa da diverse Regioni d’Italia che con proprie Ordinanze hanno disposto la chiusura delle attività e degli esercizi commerciali di generi alimentari nelle giornate di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo.

DL Cura Italia e lavoro domestico, le richieste di sindacati e associazioni datoriali al tavolo al Ministero del Lavoro: «Includere i lavoratori domestici tra i destinatari della Cigd, prevedere misure ad hoc di supporto alle famiglie»

07-04-2020

Roma, 7 aprile 2020 – Superare la discriminazione dettata dalle disposizioni del recente Decreto Cura Italia e includere i lavoratori domestici tra i destinatari dell’ammortizzatore sociale in deroga come anche prevedere con i prossimi provvedimenti normativi misure ad hoc di sostegno dei datori di lavoro del settore, per lo più famiglie con il bisogno crescente di cura e assistenza domestica.

DL Cura Italia e lavoro domestico, concluso il tavolo al Ministero del Lavoro. Sbarra (Cisl) e Blanca (Fisascat): «Subito sostegno al reddito per colf e badanti, salvaguardare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro»

06-04-2020

Roma, 6 aprile 2020 - Superare la discriminazione dettata dalle disposizioni del recente Decreto Cura Italia e includere i lavoratori domestici tra i destinatari dell’ammortizzatore sociale in deroga come anche prevedere con i prossimi provvedimenti normativi misure ad hoc di sostegno dei datori di lavoro del settore, per lo più famiglie italiane con il bisogno crescente di cura e assistenza domestica.

Elezioni Enasarco: I Sindacati degli Agenti chiedono lo slittamento per consentirne il regolare svolgimento. La lettera al Presidente del Consiglio e ai Ministri dell’Economia e del Lavoro

06-04-2020

Roma, 6 aprile 2020 – I  principali sindacati nazionali degli Agenti di Commercio - Fnaarc, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, UilTucs, Ugl-Terziario e Usarci - hanno scritto al Presidente Conte e ai Ministri Gualtieri e Catalfo per sostenere appieno la decisione della Fondazione Enasarco di differire il periodo di svolgimento delle votazioni per il rinnovo degli Organi dell’Ente, originariamente fissato per il 17-30 aprile 2020.

DL Cura Italia, Guarini: «La revisione del provvedimento normativo contempli misure di miglior favore per i lavoratori disabili gravi e per le lavoratrici e i lavoratori madri e padri di famiglia»

04-04-2020

Roma, 4 aprile 2020 – «La versione definitiva del Decreto Legge Cura Italia contempli misure di miglior favore per i lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie con ridotta capacità lavorativa e anche per le centinaia di migliaia di lavoratrici e lavoratori madri e padri di famiglia alle prese con la gestione domestica dei figli in età scolastica ma costretti a casa per la sospensione delle attività didattiche».

Pagine